Augello cessione catania
Pubblicità

Intervenuto a corner l’avvocato Augello parla della cessione del Catania Calcio da SIGI a Tacopina e di molto altro.

Avv Augello a corner parla di tacopina
L’Avvocato Augello ospite a Corner

Molto più sereno Giuseppe Augello, Avvocato che si è occupato in questi mesi dell’acquisizione del catania da parte di sigi prima e si sta occupando della cessione a Joe Tacopina adesso, senza dimenticare il lavoro per ridurre i debiti lasciati dalla vecchia gestione.

Intervenuto a Corner, trasmissione che si occupa da vicino delle vicende del Catania, l’Avv Augello ha affrontato diversi argomenti.

Ricorso sui punti di penalizzazione

” Non sono l’unico difensore che si sta occupando di questa questione, insieme a me lavorano molto anche l’avvocato Chiacchio e Giorgio Borbone, entrambi profili di alto livello.”

“Il ricorso è parificabile ad un ricorso per cassazione, per norma di diritto, un vizio di legittimità. Le sezioni uniti ci hanno fornito un assist, ovvero quella della forza maggiore, in quanto il catania aveva in cassa i fondi per pagare gli emolumenti, ma il tribunale non ha dato l’autorizzazione.”

“A fine Gennaio dovremmo avere una risposta!”

L’arrivo di Tacopina sabato 12 Dicembre

“Non credo ci sia bisogno di firmare un preliminare. Le parti si sono già scambiati vari documenti e vari impegni. Tutto è già stato delineato. Adesso la situazione debitoria è chiara rispetto a quando SIGI ha acquistato il Catania che invece non lo era.”

Sigi non è interessata al guadagno dalla cessione

“Sigi non è interessata ad un guadagno sulla cessione delle quote a Joe Tacopina, è un aspetto marginale. Sigi è più interessata a cedere ad una società più strutturata che possa garantire palcoscenici migliori per il Club”

Altri Soggetti interessati

“Non nego che è sbocciato un interesse più diffuso, in quanto adesso la società è più ordinata rispetto a prima e sappiamo esattamente quello che è il debito. Buona parte degli accordi sono già stati conclusi e quindi adesso il Catania è più appetibile. Noi però rispettiamo il patto di esclusività stipulato con Tacopina.”

“Tacopina è la prima scelta, anche perchè iniziare una nuova trattativa comporterebbe iniziare nuovamente da capo.”

Tacopina non verrà da solo

“Tacopina sabato verrà insieme a Sean Largotta e Dante Scibilia con cui in questi giorni ci siamo sentiti in quanto sarà lui a dover mettere mano ai conti sotto la sapiente guida dell’avvocato Arena.”

Firma sul contratto

“Speriamo di accelerare e mettere le firme sul contratto già quest’anno, mentre per il closing speriamo di concluderlo entro il 15 Gennaio”

Il Piano industriale

“Abbiamo chiesto a Tacopina di conoscere il piano industriale. Sul mercato potrebbe dipendere tutto dalla situazione in classifica del catania. Tacopina magari ha messo in conto di rimanere in Lega Pro ancora un anno. Quando abbiamo discusso gli obbiettivi avevamo degli importi piuttosto empirici, quindi anche il tetto della ristrutturazione del debito era stata fatta empiricamente. Adesso invece abbiamo dei numeri ben definiti, quindi è possibile ridiscutere gli obbiettivi prefissati facendo così sapere agli investitori la cifra esatta che dovranno uscire per saldare i debiti con i creditori con cui sono stati trovati gli accordi. Questi debiti dovranno essere pagati entro il 31 Gennaio.”

In caso di fallimento della trattativa con Tacopina

“Non vedo motivo per cui la trattativa dovesse fallire. Mi auguro che ciò non accada. Anche perchè negli accordi di ristrutturazione dei debiti abbiamo fatto delle promesse con l’afflusso di finanza esterna e questa finanza esterna proviene da Tacopina. Sigi e Tacopina ci hanno messo la faccia e anche questa nuova visita è una dimostrazione delle buone intenzioni da una parte e dall’altra e tra l’altro non era prevista in quanto dovevamo vederci più avanti.”

Capitolo Lo Monaco

“Lo Monaco fa parte dei creditori contabilmente, ma dal punto di vista concettuale riteniamo che non lo sia. Fa parte di un fondo ben esplicitato all’investitore a cui si dirà di non tenerne conto in quanto questi debiti non li pagheremo mai visto che vi sono delle responsabilità per MALA GESTIO. Come ad esempio mancato pagamento dell’IMU del 2014 o al debito per sanzioni e interessi fiscali che è enorme. Ritengo sia auspicabile che rinunci oppure che si trovi un accordo, come già avvenuto con altri soggetti che in passato hanno rivestito cariche sociali.”

Il nuovo assetto societario del Catania

“Il nuovo catania potrebbe vedere Gaetano Nicolosi socio al 10% e altrettanto la società 11700.”

Di Damiano Sparti

Appassionato di strategie di web marketing e comunicazione. Dedica anima e cuore a ciò che fa continuando sempre a studiare ed aggiornarsi. L'amore per il Catania lo porta ad unire quanto appreso in questi anni a livello professionale alla passione per i colori RossoAzzurri.

Un pensiero su “Avv. Augello a Corner “Il Catania è ormai di Tacopina””

Lascia un commento a questo Post: