cessione catania signing e closing
Pubblicità

Cosa è successo Sabato 16 e cosa accadrà in futuro? I passi verso il closing

Faccio subito una doverosa premessa. Non sono un Legale, un commercialista o un notaio. Non sono nemmeno un giornalista, ma ho passione. Passione per la scrittura e passione per il Catania.

Quello che troverete in questo articolo quindi è frutto di una ricerca e approfondimento su quello che sta accadendo tra Sigi e Tacopina per la cessione del catania.

La Piazza Catanese è divisa in due, tra scetticismo misto a paura e chi invece è Euforico e grazie alle parole di Joe Tacopina pronunciate in questi giorni nelle varie emittenti televisive sogna già il Tricolore cucito sulle maglie tra qualche anno. Sognare è giustissimo, ma andiamoci piano.

Cosa è successo sabato 16 con la Firma(o sigla che dir si voglia) sul contratto preliminare?

In presenza del Sindaco Salvo Pogliese, l’Avvocato Giovanni Ferraù e l’Avvocato Joe Tacopina hanno siglato il contratto preliminare per la cessione del 100% delle quote azionarie del Catania Calcio.

Il momento della Sigla sul Contratto preliminare per la cessione del Catania Calcio

Questo atto, blocca di fatto il contratto che è stato accettato, prima dai soci SIGI in un’assemblea straordinaria e poi da Joe Tacopina come rappresentante del suo gruppo di investitori.

NESSUN RIPENSAMENTO può quindi avvenire da parte di SIGI.

Può saltare la trattativa prima di arrivare al closing?

Ti rispondo subito con un secco NO!

Le varie fasi di ogni acquisizione per aziende di questo calibro sono 3.

  1. Trattativa
  2. Signing – Contratto preliminare
  3. Closing – Chiusura definitiva

Il Catania ha vissuto mesi di trattativa in cui si sono stabilite clausole, obblighi ed oneri da ambo le parti. Insomma si è travato un accordo totale.

Poi è avvenuto il Signing, che in questo caso è stato parziale in quanto al contratto preliminare mancano alcuni allegati non ancora pronti, ma che il Presidente Sigi Giovanni Ferraù ha assicurato che arriveranno in questi giorni e che quindi andranno a completare questo processo.

L’unica cosa che potrebbe accadere nel lasso di tempo stabilito per arrivare al closing (metà Febbraio, entro il 25 per essere precisi) è che possano accadere fatti o eventi(accordo con i creditori, allegati errati ecc) che possano far variare il contratto stesso(ad esempio il prezzo di vendita o le garanzie necessarie) , ma che non mettono a rischio la trattativa.

Le clausole

A garanzia sia per chi vende che per chi acquista, vengono inserite delle Clausole, che possono essere di Aggiustamento del prezzo oppure clausole di Garanzia.

Le Clausole di aggiustamento del prezzo inseriscono un meccanismo di controllo.

In pratica si verifica che quanto pattuito al momento del Signing corrisponda al vero al momento del closing.

Ad esempio, se dichiaro nel contratto preliminare di avere 10 dipendenti da pagare a 1.000€ (quindi 10.000€ di spese) ma in realtà ne ho 15 (quindi 15.000€ di spese) il compratore, che noterà questo “errore di forma” potrà modificare il prezzo di vendita pattuito trattenendo la differenza tra quando dichiarato nel contratto e quanto invece risulta realmente.

Le Clausole di garanzia sono suddivise a loro volta in due.

Queste tutelano l’acquirente in caso di inadempienze da parte del venditore e sono:

Clausole di Rappresentazione e Clausole di Garanzia

Non entro adesso in tecnicismi anche perchè non sono di mia competenza. Ti riporto però uno stralcio preso dal sito fiscomania.com che calza a pennello con la situazione del Catania.

Clausole di garanzia per gli aspetti tributari in caso di cessione d’azienda

Tra le clausole di garanzia assumono particolare rilievo quelle volte a garantire gli aspetti tributari legati all’azienda oggetto di compravendita.

Queste clausole hanno l’obiettivo di dare garanzia al soggetto acquirente in merito alle possibili passività fiscali che potrebbero gravare l’azienda in un momento futuro rispetto all’acquisto, ma legate ad atti compiuti precedentemente alla vendita.

Si pensi ad esempio a possibili accertamenti legati ad annualità passate, oppure all’esito di eventuali contenziosi fiscali in corso, il cui esito appare ancora incerto. L’obiettivo di queste clausole è quello di tenere indenne il compratore da queste possibili passività.

Con questo articolo NON voglio sostituirmi a notaio, avvocato o commercialista, ma volevo provare a fare un pò di chiarezza su quanto sta accadendo e quanto accadrà.

Puoi sempre informarti con una persona competente per toglierti ogni dubbio.

Se l’articolo ti è piaciuto ed è servito per darti serenità, ti chiedo di condividerlo e lasciarci un tuo commento quì sotto al post.

Seguici sui nostri social ed iscriviti al Canale Telegram Immatricolati

Di Damiano Sparti

Appassionato di strategie di web marketing e comunicazione. Dedica anima e cuore a ciò che fa continuando sempre a studiare ed aggiornarsi. L'amore per il Catania lo porta ad unire quanto appreso in questi anni a livello professionale alla passione per i colori RossoAzzurri.

Lascia un commento a questo Post: